Home

About

Advanced Search

Browse by Discipline

Scientific Societies

E-print Alerts

Add E-prints

E-print Network
FAQHELPSITE MAPCONTACT US


  Advanced Search  

 
Geometria ed esperienza1 A. Einstein
 

Summary: Geometria ed esperienza1
A. Einstein
La matematica gode rispetto a tutte le altre scienze di una particolare conside-
razione rispetto ad un punto; le sue leggi sono assolutamente certe e incontestabili,
mentre tutte le altre scienze sono in una certa misura discutibili e sempre in pericolo
di essere sovvertite dalla scoperta di nuovi fatti. D'altra parte i ricercatori di uno
o di un altro campo non sogliono invidiare i matematici, quando essi ottengono
le loro leggi non dal confronto con la realt`a, ma solo da quello con la loro pura
immaginazione. Non c'`e da stupirsi, che si arrivi a conseguenze logiche tra loro in
accordo, quando ci si `e accordati sulle leggi fondamentali (assiomi) e sui metodi
per mezzo dei quali da queste leggi fondamentali si debbano derivare altre leggi.
Ma una grande considerazione per la matematica viene dal fatto che essa procura
alle scienze esatte della natura una qualche misura di certezza, che non si potrebbe
raggiungere senza la matematica.
A questo punto salta fuori un enigma, che ha assai disturbato i ricercatori di
tutti i tempi. Com'`e possibile che la matematica, che `e un prodotto del pensiero
umano indipendente da ogni altra esperienza, se la cavi cos`i bene al confronto con
l'esperienza? Pu`o quindi la ragione umana senza l'esperienza mediante il puro
pensiero penetrare a fondo nelle propriet`a delle cose reali?
Su questo punto secondo me si deve rispondere in breve: laddove le leggi della

  

Source: Antoci, Salvatore - Dipartimento di Fisica, Universita' di Pavia

 

Collections: Physics