Home

About

Advanced Search

Browse by Discipline

Scientific Societies

E-print Alerts

Add E-prints

E-print Network
FAQHELPSITE MAPCONTACT US


  Advanced Search  

 
O AREA ETNEA (ca. 285 -)
 

Summary: TAORMINA
O AREA ETNEA
(ca. 350)
MESSINA
(ca. 285 -)
I MERCENARI ITALICI IN SICILIA
I Campani che popolavano Entella intorno alla metà del III sec. a.C., al tempo delle vicende evocate nei
decreti, erano i discendenti dei1200 mercenari - membri di un'aristocrazia equestre la cui ideologia guerrie-
ra è ben rappresentata dall'arte figurativa campana e la cui organizzazione ricalcava la struttura militare osca
della vereia - che, già al soldo di Cartagine e di Dionisio I, verso la fine del V sec. a.C. si erano insediati nella
città elima e, dopo un breve periodo di convivenza con la popolazione locale, ne avevano preso possesso
(stando al colorito racconto della nostra unica fonte, Diodoro Siculo) massacrando i cittadini maschi adulti e
unendosi alle loro donne. Più di un secolo dopo, intorno al 285 a.C., fu Messina a subire la stessa sorte di
Entella ad opera dei Mamertini, mercenari in prevalenza sanniti già al servizio di Agatocle.
Questi due eventi inquadrano una vicenda di ampio respiro che vide arrivare nell'isola un gran numero di
mercenari oschi, reclutati per lo più dai tiranni di Siracusa, la cui componente campana fu largamente
maggioritaria almeno fino alla concessione
ai Campani della civitas sine
suffragioda parte di Roma
(338 a.C.). Dopo il ser-

  

Source: Abbondandolo, Alberto - Scuola Normale Superiore of Pisa

 

Collections: Mathematics